Azzano Mella

Prof ucciso, si indaga nel lavoro nero

Si indaga su un possibile movente di natura economica dietro la morte di Cosimo Errico, il professore delle superiori di 58 anni ucciso con un'arma da taglio mercoledì sera nella cascina didattica che gestiva, a Entratico, e poi parzialmente bruciato. L'uomo sarebbe stato colpito probabilmente con un'accetta e poi parzialmente bruciato, forse nel tentativo di nascondere le tracce dell'aggressione mortale. I carabinieri non hanno trovato segni d'effrazione e sembra che non manchi nulla di valore: la vittima aveva ancora orologio e portafogli. Gli inquirenti stanno valutando la pista di una lite per motivi economici nell'ambito del lavoro nero.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie